Diario, Viaggi
comments 2

Viaggio in Sicilia. Terra difficile e affascinante

Sicilia. Sguardo su una terra arcaica, difficile e affascinante

Viaggio in Sicilia. Il mio sguardo su una terra difficile e affascinante

Un sole che immobile scuote la pelle e rende necessario aumentare il respiro; l’aridità di una terra che sotto la luce dell’estate sembra ritornare al grembo natio dei deserti africani lì dove è nato tutto, lì dove l’umanità ha mosso i primi passi cercando di sopravvivere a se stessa. Un po’ come fanno i siciliani: frenetici, alla continua ricerca del proprio spazio nel mondo. Andare in Sicilia significa allenare uno sguardo su una terra difficile e affascinante come i cieli che la sovrastano in piena estate.

Prima tappa di questo viaggio è stata Palermo e le bellissime cittadine e regioni che le gravitano intorno:

  • il mare e i vicoletti di Cefalù;
  • la signorilità di Castelbuono;
  • la storia secolare del borgo di Erice e del parco archeologico di Segesta.

Un microcosmo fatto di odori, distanze stradali, gente che con le sue rughe scavate dal sole ti accoglie con ospitalità cercando di valorizzare la storia che ha intorno senza sminuirla.

Sicilia. Sguardo su una terra arcaica, difficile e affascinante
Sicilia. Sguardo su una terra arcaica, difficile e affascinante
Sicilia. Sguardo su una terra arcaica, difficile e affascinante

In particolare è stata Palermo a catapultarmi in essa. Città in cui dialogano il degrado del tempo, le problematiche attuali e la magnificenza del passato, quest’ultima ancora viva e attiva nella vita dei suoi abitanti. Un esempio su tutti: il mercato di Ballarò. Ho ascoltato con attenzione i passi della gente che l’attraversa. Ho sentito il suono particolarissimo della voce dei suoi commercianti, a loro volta figli della tradizione lasciata in quelle stradine da altri mercanti, la cui memoria si perde nel buio dei secoli.

Palermo è questo incontro di esperienze. La stessa Sicilia lo è. In essa ritroviamo l’acqua sporca del pesce venduto in mezzo alla strada, il silenzio senza dimensioni temporali dei suoi monumenti, lo sguardo apparentemente assente ma vivo dell’Annunciata di Antonello da Messina vista a Palazzo Abatellis. Ed è difficile non lasciarsi trasportare da tutte queste suggestioni senza rimanerne colpiti.

Sicilia. Sguardo su una terra arcaica, difficile e affascinante
Sicilia. Sguardo su una terra arcaica, difficile e affascinante

Simile, ma diverso, il discorso per la parte orientale della Sicilia. Noto, Siracusa e Ragusa Ibla. Tre città simbolo del barocco siciliano. Quello che nasce dal lavoro faticoso di una pietra dura, cotta dal sole come le mani che l’hanno plasmata. Un barocco che sa di fatica ed estro creativo. Città entrate nell’immaginario della nostra cultura come simbolo di riscatto e stratificazione della storia.

Tra questi centri sono rimasto affascinato dalla luce di Ragusa, simile a quella di Matera. Scendendo per le sue ripide scale, ho capito quanto il concetto di bellezza, nella sua unicità, sia relativo perché paradossalmente assimilabile a zone geografiche lontane fra loro le quali, magicamente, diventano simili e sorelle nell’arte.

Sicilia. Sguardo su una terra arcaica, difficile e affascinante
Sicilia. Sguardo su una terra arcaica, difficile e affascinante

Proprio quest’ultima mi fa ricordare la genialità di Andrea Camilleri. Ad un anno dalla sua scomparsa, trovandomi nella sua terra, ho percepito l’indispensabilità dei suoi insegnamenti e del suo stile in riferimento a questa società che fatica a rendersi umana e civile. Nel giorno dell’uscita in libreria di “Riccardino”, ultimo capitolo di Montalbano, ho provato felicità, tristezza, rabbia ma anche voglia di ripercorrere le tracce delle sue parole lì dove è cresciuto. Forse è proprio dalle radici che serve ripartire per migliorare ciò che ci sta intorno.

© Riproduzione riservata The Bookmark.it

2 Comments

Cari Lettori, The Bookmark.it vive attraverso le vostre interazioni: lasciate un commento per farci conoscere la vostra opinione! Grazie!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.